BUONA PASQUA 2021 

Sul lago in tempesta con i suoi discepoli, il Signore si risveglia per ravvivare la nostra fede pasquale.

Abbiamo un’ancora: nella sua croce siamo stati salvati.

Abbiamo un timone: nella sua croce siamo stati riscattati.

 Abbiamo una speranza: nella sua croce siamo stati risanati e abbracciati affinché niente e nessuno ci separi dal suo amore redentore.

Abbracciare la sua croce significa trovare il coraggio di abbracciare tutte le contrarietà del tempo presente, di aprire spazi dove tutti possano sentirsi chiamati e permettere nuove forme di ospitalità, di fraternità, di solidarietà.

« Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole e siamo timorosi. Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta. Ripeti ancora: «Voi non abbiate paura» . E noi, insieme a Pietro, “gettiamo in Te ogni preoccupazione, perché Tu hai cura di noi” .

Papa Francesco                       

Cari amici, stiamo ancora vivendo questo tempo di preoccupazione e di prova; le parole che Papa Francesco ha rivolto in piazza San Pietro il 29 marzo 2020 sono sempre attuali;  ci sostengano e ci aiutino a vivere con Speranza la Pasqua 2021.

Vuole essere questo anche il nostro augurio, che accompagniamo col nostro ricordo e la nostra preghiera e  che rivolgiamo, sempre con tanta gratitudine, a voi e a tutte le persone a voi care. 

Comunità di Fontanafredda

Consiglio Associazione “Amici di Fontanafredda


“Il Signore viene, non perdiamoci d'animo; la notte passerà, sorgerà il Signore... avere questa certezza  ci fa  vivere nella speranza".
Cari amici, stiamo vivendo un tempo particolarmente difficile di preoccupazione e di prova; le parole di Papa Francesco ci sostengano e ci aiutino a vivere con speranza il Santo Natale 2020. È questo l' augurio, accompagnato da viva gratitudine, da parte della Comunità di Fontanafredda.

natalefontana2020jpg

Un ulteriore momento della nostra vita per riflettere, per ascoltare per ascoltarsi e per acquisire la consapevolezza che molte cose devono cambiare e lo dobbiamo fare insieme.
QUASI IN OGNI ISTANTE ACCADONO DELLE COSE E IL NOSTRO VIVERE QUOTIDIANO MUTA DRASTICAMENTE.
È così che viviamo, anche se non sempre ne siamo consapevoli.
È nostro desiderio ringraziare tutto le persone che in questo drammatico momento hanno saputo esserci, mettendo in campo diverse competenze e disponibilità.
Ecco il senso della Pasqua, ritrovarci uniti, riscoprendo il vero senso della Comunità, quella vera, fatta di tanti piccoli gesti quotidiani.
Una Comunità che ascolta in silenzio, che sa tacere, ma c’è!
Questo è il nostro Grazie!